T shirt personalizzate: tra moda e promozione

Caricamento...
T shirt personalizzate: tra moda e promozione
Prodotti

T shirt personalizzate: tra moda e promozione

07/05/2021 03:27

T shirt personalizzate: quando sono diventate alla moda?

Qualche giorno fa, un po' annoiata ed in cerca di outfit primaverili, scorrevo foto e storie su Instagram, quasi in automatico, senza realmente prestare attenzione ai contenuti, fino al momento in cui ho notato una cosa sorprendente ed al contempo normalissima: influencer, attori, amici, atleti, modelle e persino multimiolionari (si, ogni tanto seguo anche loro per sentirmi piccola e umile) indossavano, nell'80% dei casi, delle t shirt personalizzate. Spesso erano capi basic, unisex o come si direbbe oggi "no gender", in cotone, con una grafica perlopiù essenziale mentre altri avevano scritte o locandine di film anni'80. Incuriosita dal fenomeno così diffuso mi perdo nei miei pensieri e poco dopo mi ritrovo con lo sguardo sul mio busto: persino io, senza accorgermene, stamattina ho indossato la mia t shirt da uomo con una stampa dei Blink 182, nascosta parzialmente sotto il mio blazer nero. Da quando le maglie personalizzate sono diventate il must-have per qualsiasi outfit? La risposta è semplice e stupefacente: da sempre! Beh... magari non proprio da sempre sempre, ma dagli anni 70/80 sicuramente le magliette personalizzate economiche sono al centro del mondo della moda, anche della più elegante: emblematico è il caso dell'iconica t shirt nera indossata da Giorgio Armani, RE incontrastato di eleganza.

Ma dove e quando è nata la t shirt in cotone?

Incuriosita andai a cercare qualche articolo e scoprii, grazie al New York Times, sempre sul pezzo, che a fine '800 la classica maglietta veniva considerata esclusivamente un indumento intimo, del tutto inopportuno da esibire in pubblico, al pari di uno slip o di un mutandone fantozziano. A inizi '900, una reclame pubblicitaria di un'azienda specializzata in produzione di abbigliamento intimo, la Cooper Underwear Company, promosse una maglietta per scapoli di facile gestione, senza colli da stirare o strane cuciture da rammendare, reinventando il concetto, fino ad allora esistente, di maglietta girocollo. L'idea piacque così tanto che l'anno successivo, nel 1905, la Marina Militare Statunitense obbligò i suoi marinai ad indossarla sotto l'uniforme al posto della maglia in flanella, più difficile da lavare e più lenta ad asciugare.

Fu, però, solo nel 1920 che venne coniato il termine T-SHIRT da  Francis Scott Fitzgerald nel suo romanzo "Di qua dal paradiso" ed inserito nell'Oxford English Dictionary, entrando a far parte dei gergo comune più utilizzato di sempre, dopo la parola Coca Cola ovviamente. In quegli anni aziende celebri come Fruit of the Loom lanciarono sul mercato la t shirt in larga scala e la vendita magliette ebbe una crescita esplosiva.

Passò poco tempo prima che gli armadi di ogni collegiale americano si riempissero di t shirt, dapprima scanzonate, disimpegnate e comode, si stavano trasformando in un indumento sexy ed accattivante, caratteristiche che nessuno è mai più riuscito a toglierle di dosso. A confermare questo nuovo status symbol della t shirt classica, ci pensò il bello e dannato James Dean in gioventù bruciata e dopo di lui migliaia di tenebrosi confermarono quanto fosse irresistibile questo vecchio-nuovo capo.

Negli anni 60-70 la t shirt divenne un manifesto attraverso cui uomini e finalmente anche donne, potevano esprimere un loro messaggio, una corrente di pensiero: nacquero le t shirt personalizzate. Messaggi femministi e rock band facevano capolino sulle t shirt da donna e sempre più la maglietta in cotone entrava a far parte di qualsiasi outfit femminile, dal più elegante al più trasgressivo. Ben presto quello del t shirt printing divenne un business florido e chiunque poteva utilizzare quella tela per gridare al mondo il proprio pensiero, i propri gusti musicali o semplicemente per essere fico: era sufficiente portare la propria t shirt da stampare in tipografia ed il gioco era fatto. Negli anni '80 le maggiori case di moda non poterono più ignorare la potenza di quel capo, così amato ed al contempo così economico e semplice: Fiorucci con i suoi angeli e Moschino con il suo logo saranno solo alcuni degli stilisti che misero la t shirt design al centro delle loro collezioni di moda, creando un trend ancora vincente dopo 40 anni. Ben presto anche altre aziende, oltre a quella della moda, compresero il potenziale delle magliette promozionali su cui stampare il proprio logo, il proprio slogan o una grafica del brand.

Dilagarono così le t shirt promozionali aziendali; la pubblicità ora è alla moda, in movimento, contagiosa. Se negli anni '90 era complesso capire dove stampare magliette personalizzate in un numero sufficiente alla vendita o alla promozione, oggi, grazie ai t-shirt online shop, viene garantita una rapida produzione di t shirt personalizzate con il logo aziendale a prezzi accessibili a chiunque e con qualità di stampa eccellenti. Non sono più solo bar, ristoranti e villaggi turistici a promuovere la loro attività con t shirt e polo personalizzate per il personale e per i clienti. Oramai qualunque azienda, piccola o grande che sia, decide di promuovere il proprio logo con la stampa delle magliette. Con il passare degli anni viene richiesta, oltre alla stampa, un'attenzione particolare ai materiali prediligendo sempre più le personalizzazioni sulle t shirt cotone biologico, in un'ottica green ed ecosostenibile senza mai rinunciare all'estetica. Insomma, cambiano i tempi, le modalità ed i materiali ma questo capo continua a mettere d'accordo proprio tutti, persino i più piccini: infatti è impossibile ignorare le dimensioni del mercato che ruota attorno alle magliette personalizzate bambini, con stampe di qualsiasi genere, dagli eroi Marvel a piccoli disegni essenziali passando per migliaia di grafiche e loghi diversi. Gadget48, leader nel campo della personalizzazione di capi di abbigliamento, garantisce da anni la progettazione e la produzione di stampe per magliette promozionali adatte anche per vendita al dettaglio per chi sta pensando a come produrre le propria linea di t shirt. La personalizzazione della t shirt non è più limitata alla semplice stampa frontale ma si prediligono i piccoli particolari, grafiche magliette essenziali che distinguano i brand con discrete personalizzazioni su una manica, sul retro o sul colletto della t shirt. Le idee per magliette non smettono mai di evolversi senza però distaccarsi troppo dalla semplicità  del capo, parte determinante della sua bellezza e lonegività. Se stai pensando a come promuovere la tua attività con un capo senza tempo, vuoi dotare il tuo team di volontariato di una maglia riconoscibile o hai intenzione di creare una linea di t shirt personalizzate con le tue grafiche, sei nel posto giusto. Con gadget 48 avrai a disposizione una linea infinita di magliette da personalizzare, con colori e materiali sempre nuovi, rispettosi della cute e dell'ambiente. 

Potrai creare le tue t shirt personalizzate da Milano fino a Città del Capo. Non dovrai fare altro che caricare il tuo logo o scegliere le tue t shirt neutre ed il gioco è fatto... e se vorrai qualche dritta, il nostro team è sempre pronto ad aiutarti. CLICCA QUI E CHIEDI INFORMAZIONI

 

AUTORE: Benedetta Ballarati, diplomata in lettere classiche, Dottoressa in Odontoiatria e Professoressa presso L'Università degli Studi di Milano Statale. Appassionata da sempre al mondo della scrittura e della cultura digitale.

 

Condividi: